Penso che un cono così...

Come può essere raccontato un cono da gelato? ...leggi gli elaborati »

Ultime Notizie

Ice Party

  • Crema di yogurt alla frutta
    Che la bella stagione abbia inizio!   ... continua »
 

Il sesto senso del gelato

Autore: Lorenzo Colantonio

[...] Ma torniamo alle tonsille.

Per rendermi meno sgradevole la degenza in ospedale, i miei presero una stanza a pagamento dove potevo restare da solo e c'era persino il televisore che però funzionava a cento lire. L'operazione alla gola durò un attimo: appena il tempo di sentire l'odore acre dell'etere e chiudere gli occhietti. Ma il risveglio fu il momento più gradevole della mia infanzia: mi "ingozzarono" di gelati. Tre, quattro coni la mattina e altrettanti la sera. La festa andò avanti per tre giorni. Non sentii neppure un bruciore. Sembravo un piccolo Budda in quel letto d'ospedale e con un sacchetto pieno di pezzi da cento lire accanto [...].

 

Lorenzo Colantonio nasce a Chieti nel 1961 ma, sette giorni dopo, è già a Casalanguida, nell'Alto Vastese, dove trascorre l'infanzia. Tornato a Chieti, si diploma al Liceo e poi parte per Pisa, ma brucia una laurea in Medicina quando, per la prima volta, entra nella redazione di un giornale. Lavora al Centro dal 1986, all'inizio come fotografo, poi come cronista di nera e infine di giudiziaria. Da Chieti lo trasferiscono a Pescara dove rimane 18 anni, otto dei quali trascorsi a dirigere la redazione centrale del quotidiano degli abruzzesi. Dal 2008 dirige la redazione di Teramo ma ci tiene a ricordare i mesi vissuti all'Aquila nel 2009, accanto al collega e amico Giustino Parisse: un'esperienza eccezionale nella sua tragicità.

counter