Penso che un cono così...

Come può essere raccontato un cono da gelato? ...leggi gli elaborati »

Ultime Notizie

Ice Party

  • Crema di yogurt alla frutta
    Che la bella stagione abbia inizio!   ... continua »
 

Santa Caterina, pensaci tu!

Autore: Tania Bonnici Castelli

[...]

Santa Caterina di Alessandria è una martire cristiana del 300 dopo Cristo, protettrice dei giovani e dei filosofi e della mia famiglia, proprietaria da generazioni di una piccola chiesa a lei dedicata sul Corso Vecchio di Teramo. “Santa Caterina a Natale una trentina” è un antico proverbio teramano che ricorda la data del 25 novembre, unico giorno dell’anno nel quale viene aperto in suo onore questo luogo di culto ed esposta la conocchia settecentesca che la rappresenta, recentemente restaurata dopo essere stata sepolta per anni nella nostra soffitta pericolante. Intorno a questa affascinante diciannovenne egiziana che scelse il martirio su una ruota dentata pur di non sposare l’imperatore pagano e restare fedele alla sua religione, si è sviluppata una credenza tra il sacro e il profano: chiunque giri per tre volte la ruota di Santa Caterina posta sotto la sua statua nel giorno della festa, diventerà ricco e chi è in cerca di marito o moglie si sposerà entro l’anno. Sarà per le aspettative materiali ma anche per la struggente storia di una ragazza coraggiosa ed idealista che ogni anno la chiesetta viene visitata da una fiumana di gente, in fila per ore, in attesa di girare la ruota dei miracoli ai piedi della santa. In mattinata, in particolare, arrivano intere classi di studenti accompagnati dai loro professori. I più piccoli si mostrano subito curiosi e devoti a differenza dei quasi maggiorenni che entrano nella chiesa con fare irrispettoso. Parlano, ridono forte e, appena il docente gira loro le spalle, c’è anche qualcuno che si compiace di bestemmiare Dio e la Madonna. Insomma, il tutto viene vissuto come una «pagliacciata» a cui peraltro dicono di non credere.

[...]

Tania Bonnici Castelli nasce a Teramo dove vive e studia fino al conseguimento del diploma di Liceo Classico al “Melchiorre Delfico”. Svolge i suoi studi universitari a Roma presso la scuola superiore di interpretariato presieduta dal professor Carlo Bo dove consegue il titolo di Interprete – Traduttore per le lingue inglese e francese. Nel 1983 crea e dirige la scuola provata si lingue “Queen’s School”. Nel 2005 consegue l’idoneità professionale diventando giornalista professionista. Collaboratrice per i quotidiani Il Tempo e Le Notizie, per il settimanale L’Araldo Abruzzese con una rubrica di politica, una lunga esperienza per Il Messaggero e poi corrispondente per il telegiornale regionale di Rete8. È stata direttore responsabile delle riviste No Profit News, edita dal Centro Servizi Volontariato di Teramo e di Notizie Donna della Commissione Pari Opportunità della Provincia di Teramo. Oggi è responsabile della redazione giornalistica Cooper Tv, conduttrice e autrice di format televisivi prodotti dal Gruppo Consorform in onda sulle emittenti regionali Rete8, Teleponte e Tv6. 

counter